Olio extravergine di oliva italiano

Olio extravergine di oliva italiano

L’albero di olivo ha origini antichissime, arriva in Italia per merito dei Fenici e dai Cartaginesi.

Anticamente la pianta di olivo veniva considerato un simbolo di pace, di trionfo.

Il suo frutto veniva utilizzato per riti e cerimonie di purificazione.

L’olivo è un albero longevo, secolare, sempreverde le sue foglie lanceolate hanno un colore verde.

Nella primavera  si assiste alla fioritura, gli olivi si coprono di fiori di colore giallino.

Contengono sia l’apparato maschile (androceo), che l’apparato femminile (gineceo).

Il frutto (drupa) è diverso nella forma e nel colore a seconda la varietà.

Resiste a periodi di scarsa acqua e in condizioni di siccità.

Importante è l’apporto idrico nel periodo che va dal mese di Marzo ad Agosto

(durante lo svolgimento di particolari fasi fenologiche caratterizzate dallo sviluppo del fiore e della fioritura).

Durante il periodo autunnale si definiscono le dimensioni della drupa: Il frutto .

Questa fase porta alla crescita e all’indurimento del nocciolo.

Il rapporto tra polpa, nocciolo e il processo di maturazione unito al micro clima delle colline abruzzesi, scaturisce la resa e la qualità dell’olio extravergine di oliva.

Le colline abruzzesi garantiscono un giusto apporto tra nutrimento e approvvigionamento idrico,

questo favorisce lo sviluppo del raccolto dando vita ad un olio di alta qualità.                                                                

Lo sapevate!  Il primo olio nutraceutico d’Italia è prodotto dall’azienda Ursini di Fossacesia?  Il primo olio riconosciuto e venduto in farmacia per le sue qualità e caratteristiche.

Ricco di polifenoli e di vitamina E, sostanze che contribuiscono a prevenire e contrastare alcune patologie e disturbi.  

L’olio veniva usato per la cucina, come medicamento, addirittura contro la forfora dei capelli e per dare robustezza, colore.

COSA SONO I POLIFENOLI CONTENUTI NELL’OLIO EXTRA VERGINE  DI OLIVA ITALIANO sono sostanze antiossidanti e se presenti in elevata concentrazione costituiscono un pregio per l’olio.

Da una ricerca internet si scopre che l’olio extravergine di oliva, ricco di polifenoli con la presenza dell’oleuropeina ricco di antiossidanti è un  anticolesterolo e antinfiammatorio componenti che aiutano a contrastare l’Alzheimer .

E’ prossimo un integratore con l’oleuropeina importata dalla Cina.

In futuro la produzione dell’antiossidante può essere fatta in Italia, visto che le foglie di ulivo sono considerati un rifiuto delle olive.

I benefici dell’olio di oliva e delle foglie di olive entrano di prepotenza nella vita di tutti i giorni.

Cosa bisogna sapere sull’olio di oliva?

Cosa è l’irrancidimento dell’olio di oliva? E’ tutto direttamente proporzionato al numero di doppi legami presenti negli acidi grassi.

Si  consiglia di adoperare l’olio di oliva a crudo nei cibi, perchè ha una maggiore azione antiossidante.

Ha azione antinfiammatoria, capacità di favorire la digestione aumentando la produzione di bile.

Promuove la salute delle ossa migliora l’assorbimento del calcio, protegge da malattie cardiovascolari e migliora il colesterolo.

Regolamento e decisioni prese (Allegato I ter) del REG. (CE) N. 1989/2003 che modifica il Reg. (CEE) n. 2568/91 relativo alle caratteristiche dell’olio di sansa e dell’olio di oliva.

OLIO IN ABRUZZO
Tramite un analisi si definisce l’appartenenza di un olio
.
(le categorie sono: Olio di oliva extravergineOlio di oliva vergine, Olio di oliva vergine corrente, Olio di oliva vergine lampanteOlio di oliva raffinato, questo olio di oliva è composto da olio di  oliva raffinato e da olio di oliva vergine. Olio d’oliva, Olio di sansa di oliva greggio,   Olio di sansa di oliva raffinato, Olio di sansa di oliva).

A fronte di tutti questi tipi di olio c’è da domandarsi  dove acquistare l’Olio di oliva extravergine italiano?

Consigliamo di acquistare dal vostro fornitore di fiducia sempre il miglior olio extravergine di oliva.  

I nonni ed i nostri genitori raccontano che passavano intere giornate a lavorare sotto la pioggia, il vento, la neve.

Arrivava Natale si raccoglieva ancora le olive, il tutto per un quarto di litro di olio al giorno tale era il compenso.

I frantoi erano in pietra e spesso i contenitori erano scavati nella roccia con condotti sempre scolpiti nella roccia.

Uno di questi frantoi è nel palazzo Terpolilli, storica famiglia di Fresagrandinaria.

Grande è stata l’imprenditoria del frantoio TERPOLILLI. Nel giugno 1902  viene conferito a Terpolilli Paolo la medaglia d’argento nella campionaria di Perugia per L’olio al Limone.

FRANTOIO TERPOLILLI
FRANTOIO TERPOLILLI MEDAGLIA D’ARGENTO PER OLIO AL LIMONE

VECCHI FRANTOI ANCORA IN USO 

Olio di oliva extra vergine Olio extra vergine di oliva

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: